Diventa Fan Facebook

Seguici su Twetter
CALENDARIO
ITALIANO RALLY
San Martino di Castrozza – Finale
Il settimo sigillo di Andreucci


Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+

Secondi che vanno e secondi che vengono. Non si risparmiano, Paolo Andreucci e Luca Rossetti, nelle cinque prove speciali della frazione conclusiva dell’ultimo appuntamento della serie tricolore. O forse giocano, ma lo fanno bene e si meritano comunque i complimenti di appassionati e addetti ai lavori. Il friulano con l’Abarth Punto firma i primi tre tratti della giornata e si avvicina al toscano con la Peugeot 207. Abbastanza da convincerlo a rimboccarsi un po’ le maniche e aggiungere altre due perline alla sua collana di successi parziali. Alla fine, fra i due, sono solo quattro e sette i secondi di differenza e vien da pensare al titolo di un vecchio film: così vicini, così lontani…

Alle spalle del duo di testa, un Franco Cunico in gran spolvero. Il vicentino, veterano di mille e mille battaglie, si ricorda che questo, per lui, non è un rally qualunque, è il trecentesimo in carriera e decide di festeggiarlo sul podio. Ai danni di Alessio Pisi che perde il duello per meno di venti secondi. Ma tiene dietro Alex Perico e non è mica poco per uno alla prima stagione (quasi) piena nell’italiano.

Festa grande, grandissima, per Simone Campedelli che vince il titolo Junior con e per la Citroen. “E’ stata una sofferenza...”, commenta il romagnolo ripensando alle ultime e per lui interminabili prove, quelle in cui non aveva più niente da chiedere e tanto da perdere. Ma a soffrire di più è stato Andrea Crugnola che ha un po’ appannato una prestazione finalmente ad alto livello tagliando una gomma nel terzultimo impegno.

m. mz.

La classifica finale

1. Andreucci-Andreussi (Peugeot 207 S2000) in 1.54'12"9
2. Rossetti-Chiarcossi (Abarth Grande Punto S2000) a 4"7
3. Cunico-Pollet (Peugeot 207 S2000) a 2'56"8
4. Pisi-Cadore (Peugeot 207 S2000) a 2'59"2
5. Perico-Carrara (Peugeot 207 S2000) a 3'49"3
6. Campedelli-Fappani (Citroen DS3 R3) a 4'51"9
7. Taddei-Gaspari (Peugeot 207 S2000) a 5'47"4
8. Bresolin-Zortea (Peugeot 207 S2000) a 5'49"3
9. Carella-Riolfo (Renault New Clio) a 5'50"7
10. Ferrarotti-Fenoli (Renault New Clio) a 6'08"9

17 Set [16:15]

IL PERSONAGGIO

Sander Parn

Non ha cominciato ieri. Ventitré anni il prossimo febbraio, Sander Parn ha alle spalle qualche stagione di corse nelle quali ha già collezionato ottantadue gettoni di presenza con vettu...

[continua]


L'INTERVISTA

Andrea Crugnola

Il prossimo anno sarà decisivo

[continua]